NORME DI COMPORTAMENTO [langa_mod.5]

Art. 1 – FINALITA’ ED AMBITO DI APPLICAZIONE

Il presente codice etico reca i princìpi guida del comportamento dei soggetti che operano presso LANGA per la protezione dei dati personali della società medesima e specifica i rapporti e i doveri di lealtà, imparzialità, diligenza ed operosità di tutte le figure. L’attività di tali soggetti deve essere conforme alla posizione di indipendenza riconosciuta a LANGA, ai compiti di garanzia ad essa affidati, all’imparzialità e alla trasparenza dell’attività amministrativa, nonché al rispetto degli obblighi di riservatezza. Il codice si applica a tutte le figure che operano presso la LANGA.

Art. 2 – DISPOSIZIONI GENERALI

La figura prestante evita ogni atto o comportamento che violi o possa far ritenere violate le disposizioni di legge o di regolamento o contenute nel codice. I rapporti tra l’Ufficio e le figure prestanti sono improntati a fiducia e collaborazione. Si adopera affinché le relazioni con i colleghi siano ispirate ad armonia ed evita atti o comportamenti caratterizzati da animosità o conflittualità. La figura prestante conforma la propria attività e l’uso dei beni dell’Ufficio ai criteri di correttezza, economicità, efficienza ed efficacia. Il prestante dedica al lavoro d’ufficio la giusta quantità di tempo e di impegno, evitando assenze o allontanamenti indebiti. Nelle relazioni con l’esterno, si comporta in modo tale da determinare fiducia e collaborazione da parte dei soggetti che entrano in contatto con l’Ufficio; mostra cortesia e disponibilità nella comunicazione con il pubblico e cura la trattazione delle questioni in maniera efficiente e sollecita.

Art. 3 – NORME PARTICOLARI

Fuori dell’ordinario procedimento di assegnazione delle pratiche, la figura prestante non sollecita né riceve comunicazioni a lui destinate, né invia missive non autorizzate. La figura prestante si astiene dal partecipare in futuro, quindi a fine prestazione lavorativa, ad attività concorrenti alla società. Il prestante si astiene dal partecipare, per un periodo di almeno due anni dalla fine del rapporto lavorativo con LANGA, alla trattazione delle questioni di competenza della Società che possano coinvolgere interessi di propri precedenti o futuri soci in affari ovvero, fuori dei casi in cui è autorizzato, di precedenti o futuri datori di lavoro.

Art. 4 – RISERVATEZZA

Il prestante rispetta il segreto d’ufficio e mantiene riservate le notizie e le informazioni apprese nell’esercizio delle proprie funzioni e che non siano oggetto di trasparenza in conformità alla legge e ai regolamenti. Osserva il dovere di riservatezza anche dopo la cessazione dal servizio.

Art. 5  ACCETTAZIONE

Si accetta e si fa riferimento al [langa_mod.3]. Inoltre si raccomanda la visione del testo completo dell’art. 7 del DLgs. 196/2003 relativo ai diritti dell’interessato è disponibile sul sito del Garante www.garanteprivacy.it. Competente a decidere in merito ad ogni controversia derivante dalla esecuzione e/o interpretazione del presente modulo sarà esclusivamente il Tribunale di Torino.

CONCLUSIONI

Fermo restando le disposizioni qui sopra citate e in conformità alle prescrizioni impartite dalla LANGA la figura prestante dovrà prevenire la dispersione di dati sensibili osservando le misure di sicurezza impartite, custodendo con ordine e cura gli atti affidati ed evitando di effettuarne inutili copie.

Gli articoli fanno riferimento al codice etico per il trattamento dei dati personali.

CONDIZIONI PROGETTUALI [langa_mod.7]

Accettando un preventivo riferito alla sua utenza entra in gioco il regolamento LANGA per gestire le condizioni tecniche, amministrative, commerciali con relativi diritti e doveri delle parti:

  • Parte Tecnica, avrà il dovere di rispettare le condizioni progettuali dichiarate sul preventivo firmato, occupandosi del suo progetto tramite un team dedicato. Il reparto tecnico avrà pieno controllo sulle modalità di esecuzione tecnica delle singole lavorazioni, avendo diritto di scelta sugli strumenti di utilizzo per la conclusione di quanto richiesto nel preventivo. Le modalità di operazione e gestione del progetto dipenderanno dalla tipologia di preventivo eseguito. Le lavorazioni non citate sul preventivo devono essere valutate solamente con il referente commerciale. 
  • Parte Commerciale, sarà la figura di comunicazione e si mostrerà partecipe ai rapporti tra le parti per tutto il progetto, supportando specificatamente le comunicazioni tra il cliente e la parte tecnica. Eventuali lavorazioni extra devono essere quantificate tramite l’esecuzione di nuovi preventivi solamente tramite questa parte. Può decidere di interrompere il rapporto, causa inadempienza o incongruenza da parte del cliente, con richiesta di risarcimento del danno.
  • Parte Amministrativa, terrà il conteggio delle imposizioni di pagamento (fatture) concordate tra la parte commerciale e il cliente durante l’accettazione del preventivo. Eseguirà i documenti fiscali e coordinerà le lavorazioni progettuali. Possono essere valutate ed applicate tariffe extra rispetto a quanto preventivato se il lavoro in oggetto risulta eccedente rispetto gli accordi intrapresi.

Si precisa che, le condizioni di progetto vengono basate esclusivamente con le persone presenti al momento dell’accettazione, qualora insorgessero incongruenze con terzi, non presenti al momento della stipula del contratto, LANGA non si riterrà responsabile di eventuali cambi di strategia e potrà richiedere l’annullamento del contratto a pena di richiesta di pagamento anticipato a saldo.

Aggiornato Settembre 2017
Copyright 2015 – 2017 LANGA Group. Tutti i diritti riservati

Alba, Via Aldo Moro, 6/C (CN) 12051 Italy

check

Il riferimento al file “log” della modifica della pagina è la risultante legale Ufficiale.

Home > [langa_mod.#]