%FILM

La video serie

Scarica catalogo

Ma come viene gestito un %FILM?

Ad oggi siamo in grado di automatizzare praticamente tutto grazie agli sviluppi compiuti dal nostro reparto R&D, ma non ci sentiamo pronti a farlo e non sappiamo se mai lo saremo.
Abbiamo inventato un Metodo apposito per permettere alle macchine di aiutarci a risolvere le problematiche legate alla ripetitività, mantenendo invariata la centralità del fattore umano sulle parti estetiche e funzionali che devono emozionare il fruitore.

Come lavoriamo

Senza paraocchi, sempre.

Flusso produttivo

A differenza di tutte le altre divisioni LANGA, noi scegliamo di utilizzare per questo pacchetto il solo Metodo easy per l'archiviazione documentale. Tutto il resto viene gestito al di fuori di qualsiasi schematica aziendale, evitando di avere rigide linee guida che potrebbero bloccare l'emotività nella storyboard. La singolarità artistica di %FILM non è adatta ad un metodo guida di lavorazione prestabilito: questo ci fortifica e ci distingue.

La tua storia


Hardware
  • Sony HXR-MC 2500
  • Nikon D5
  • Sony A7RIII Nauticam
  • Nikon D800e
  • Mavic 2 Zoom
Software
  • Final Cut
  • Premiere
  • After Effects
Tecniche
  • Aerial Shot - Una ripresa esterna realizzata dal cielo. Notevole, no? Molto in voga negli anni ’70, questo tipo di ripresa è sfruttata per valorizzare l’ambientazione della scena, quindi per ambientazioni insolite o esotiche.
  • Arc Shot - La preferita di Brian De Palma: una ripresa in cui la cinepresa circonda il soggetto.
  • Bridging Shot - Una ripresa che serve per trasmettere l’idea di uno spostamento nel tempo o nello spazio. Ad esempio quando in certi film si vede una linea che scorre su una mappa animata, queste linee rappresentano più miglia aeree di quelle percorse da tutti gli aerei di Richard Branson!
  • Close Up - Una ripresa in cui un singolo volto occupa l’intero frame, probabilmente il più importante elemento costitutivo della narrazione cinematografica.
  • Medium Shot - La ripresa più sfruttata nei film: mostra meno di un long shot e più di un close up, ovviamente.
  • Long Shot - Conosciuto anche come wide shot, consiste nella ripresa di un personaggio dalla testa ai piedi oppure di un oggetto in tutta la sua grandezza. Non è lungo quanto un establishing shot.
  • Cowboy Shot - Una ripresa con la quale si inquadra un personaggio, non proprio nella sua interezza, ma da metà coscia. Il nome deriva dall’uso frequente di questo tipo di ripresa nei western.
  • Deep Focus - Un’inquadratura in cui sono contemporaneamente a fuoco il soggetto in primo piano, il piano di mezzo –middle ground- e lo sfondo –background-. Tanto cara ad Orson Welles -e al direttore della fotografia e regista Gregg Toland-, ma odiatissimi dagli scenografi che, nel caso di un deep focus, si trovano costretti a curare tutti i dettagli.
  • Dolly Zoom - Stordimento e vertigine sono assicurati dalla cinepresa che stringe audacemente sul soggetto in primo piano, mentre lo sfondo sembra precipitare in indietro. Pioniere di questa ripresa fu Hitchcock in La donna che visse due volte (1959), ma essa comparve spesso, in seguito, in scene di terrore o suspense come nel video della canzone Thriller (1983) di Michael Jackson, L’alba dei morti dementi (2004), La casa (1981) e In viaggio con Pippo (1995). Si tratta, in effetti, dell’equivalente cinematografico dell’espressione “Uh-oh”.
  • Dutch Tilt - Una ripresa ottenuta con un’inclinazione della cinepresa volta a creare e sfruttare un angolo eccentrico per suggerire un senso di disorientamento. Amato dall’Espressionismo tedesco, Tim Burton, Sam Raimi e tanti altri.
  • Establishing Shot - Come suggerisce il nome si tratta di una ripresa, all’inizio di una scena, con la quale si mostra chiaramente il luogo dell’azione; spesso è preceduta da una ripresa aerea -la già citata aerial shot-. È molto amata dai registi televisivi.
  • Handheld Shot - Il cameraman mantiene la cinepresa e con essa si immerge nell’azione, trasportando nel vivo della vicenda lo spettatore. Amato Steven Soderbergh e Paul Greengrass. Sembra voler dire “Questa è la vita, che ti aspettavi?”
  • Low Angle Shot - Una ripresa volta a far sembrare il personaggio o comunque il soggetto inquadrato più grande. Ha un duplice scopo in genere: immergere il personaggio rappresentato in una dimensione eroica oppure conferire un’idea di desolazione e di abbandono ad una città.
  • High Angle Shot - Una cinepresa inchioda dall’alto il soggetto, isolandolo nel frame.
  • Locked-Down Shot - Il classico fuoricampo di Woody Allen: la cinepresa è fissata in un posto e l’azione continua fuori dallo schermo. Sembra poeticamente suggerire che la vita reale sfugge alle rigide inquadrature cinematografiche.
  • Library Shot - Una preesistente ripresa di un luogo o, più spesso, di un animale selvaggio è estrapolata da una libreria e inserita nel film. Chiamato anche stock shot ci informa del fatto che il film è vecchio o realizzato con un budget piuttosto basso.
  • Matte Shot - Una ripresa che incorpora l’azione in primo piano con uno sfondo. Tradizionalmente dipinte su vetro, oggigiorno sono invece realizzate al computer. Pensate al deposito dei Predatori o al villaggio degli Ewok, o ancora alla casa di Chris Hewitts.
  • Money Shot - Una ripresa che è certamente costosa da realizzare -come suggerisce il nome-, ma che deve essere considerata un investimento per l’efficace effetto sorpresa che da essa scaturirà.
  • Over-The-Shoulder Shot - Una ripresa in cui la telecamera è posizionata dietro le spalle un soggetto, di solito durante una conversazione. Essa implica un collegamento tra gli altoparlanti ed è nettamente in contrasto con il single shot che suggerisce distanza.
  • Pan - Abbreviazione di panning, è caratterizzato da rapidi spostamenti della cinepresa da destra a sinistra e da sinistra a destra. Frequentemente usato per scene di inseguimento.
  • POV Shot - Una ripresa che permette di adottare il punto di vista di un personaggio: è ampiamente sfruttata nel cinema horror per vedere il mondo attraverso gli occhi di un assassino.
  • The Sequence Shot - Il piano sequenza - Un unico piano sequenza copre un’intera scena senza editing. L’audace Alejandro González Iñárritu ha realizzato il pluripremiato Birdman come un unico piano sequenza, in un esperimento riuscitissimo.
  • Steadicam Shot - La steadycam è un supporto meccanico su cui viene montata una macchina da presa, sostenuto dall’operatore per mezzo di un sofisticato sistema di ammortizzazione. L’operatore, detto steady-man, ha le mani libere per controllare i comandi della macchina e, al tempo stesso, può muoversi liberamente senza che la cinepresa da lui sorretta riceva vibrazioni ed oscillazioni eccessive. Tutto ciò consente un movimento di macchina molto fluido. Fu introdotta da Garrett Brown agli inizi degli anno ’70. La ripresa con steadycam è molto amata da Stanley Kubrick, Brian De Palma, Martin Scorsese, Alfonso Cuaron: uno steadicam shot lungo è una notevole prova di regia.
  • Tilt - Una ripresa in cui la cinepresa si muove continuamente dall’alto in basso e dal basso all’alto: praticamente un panning shot verticale. Un tilt sul cielo è tipicamente l’ultima ripresa di un film.
  • Top Shot - Una ripresa che punta direttamente sul soggetto, invece di inquadrarlo da un angolo. Nota anche come Birds-Eye-View shot, fu molto amata da Busby Berkeley per le sue coreografie.
  • Tracking Shot - Un’elegante ripresa che segue il soggetto da dietro, davanti oppure lateralmente. Particolarmente cara a Stanley Kubrick, Andrej Tarkovskij, Terence Davies e Paul Thomas Anderson, è naturalmente molto diversa dalle riprese panoramiche, casuali e poco accurate.
  • Two-Shot - Un medium shot per catturare due persone in un frame.
  • Whip Pan - Un pan così veloce che le immagini risultano offuscate e indistinguibili l’una dall’altra. In genere è accompagnata da rumori simili ad un fruscio. Molto amata da Sam Raimi e Edgar Wright.
  • Zoom - Si tratta di un tipo di ripresa che impiega un obiettivo con una lunghezza focale variabile, che consente al regista di modificare la distanza tra la telecamera e l’oggetto senza spostare fisicamente la cinepresa. Il crash zoom è sostanzialmente la stessa cosa, ma è più veloce.

Limitazioni


Tempo del file di output

6/8 min

Tempo di ripresa

10 + 8 ore

Area

luogo entro 50 Km

Operatori

2 videomaker + 1 animatore

Software

in elenco

Taglio

istituzionale + promozionale

Hardware

in elenco

Tecniche

in elenco

Timeline

tempo di Set up

Listino


Costo

€ 8.380,00

Optional


Extra
  • PRODUZIONE MUSICA
  • PRODUZIONE DOPPIAGGIO

Assistenza Set up

Con l’acquisto di una produzione filmografica %FILM hai 150 giorni di assistenza gratuita, chiamata Set up, per consentirti di sviluppare un progetto confacente ai tuoi bisogni. Per maggiori informazioni sull’assistenza Set up offerta da LANGA clicca qui.
Scopri di più



Se desideri una maggior copertura di assistenza in estensione al periodo di Set up puoi richiedere l'assistenza Customer care come servizio aggiuntivo, il cui costo non rientra nel prezzo del pacchetto acquistato. Per assistenza addizionale fuori dal periodo di servizio si intende un supporto tecnico di pronto intervento attivo entro 60 minuti dalla tua segnalazione.

Garanzia e sicurezza

La garanzia limitata è una forma di garanzia volontaria offerta dal produttore: noi la offriamo oltre a ciò che viene definito obbligatorio dal codice del consumo. LANGA garantisce che il proprio servizio sarà privo di difetti di fabbricazione per 2 anni dalla data di acquisto. LANGA garantisce per tale periodo la corretta visualizzazione del proprio codice senza costi aggiuntivi, controllando costantemente il servizio fornito per cercare eventuali difetti dipendenti da aggiornamenti del browser o da collegamenti a piattaforme esterne.

LANGA garantisce inoltre assistenza Customer care anche dopo la fine del periodo di Set up. Il supporto di assistenza Customer care è sempre pronto a reagire in caso di urgenza per problemi legati alla sicurezza personale e/o aziendale. Il nostro Customer care agisce in modo gratuito solamente per questioni legate a problemi di accesso a LANGA Account o se acquistato in sede separata come optional di estensione.


Cosa comprende un CUBE?

  • Guida per iniziare
  • Manuale di Garanzia e Sicurezza
  • Biro in carta e plastica
  • 2 gettoni sconto
  • Carta del servizio %FILM

Il nostro %FILM: idee green

Tutto il nostro team ha contribuito alla creazione del nostro sistema etico, che rappresenta l’immagine pubblica di LANGA in materia di comportamento ambientale. Chiunque acquisti un servizio LANGA accetta al tempo stesso di sostenere la nostra visione del mondo.

LANGA per l'ambiente

Nei nostri progetti ci interessiamo sempre all’impatto delle nostre scelte. Cerchiamo delle soluzioni eco-sostenibili che garantiscano degli ottimi servizi per i Clienti, senza però costituire una minaccia per l’ambiente.



Inizia ora

Quiz web da € 500

  

Course

Scopri i nostri insegnamenti
Scopri di più     Store
Team Foolish Direzione marketing
Scopri di più

Intelligent bar